Dichiarazione di trasparenza in base al Modern Slavery Act del Regno Unito

Questa dichiarazione (Dichiarazione) viene resa ai sensi dell' art. 54 del Modern Slavery Act 2015 e specifica quali passi Terex Corporation (Terex) ha intrapreso, per proprio conto e per conto delle sue consociate, e continua a intraprendere per garantire che nessuna moderna forma di schiavitù né tratta di esseri umani abbia luogo nella sua azienda o nella filiera fornitori.

Per moderna forma di schiavitù si intende schiavitù, servitù, tratta di esseri umani e lavoro coatto. Terex ha un approccio di tolleranza zero verso qualsiasi moderna forma di schiavitù e non intrattiene consapevolamente rapporti commerciali con fornitori che sono coinvolti in tali pratiche. Ci impegniamo ad agire in modo etico, con integrità e trasparenza in tutte le transazioni commerciali e a mettere in atto sistemi di controllo efficienti per tutelarci da qualsiasi moderna forma di schiavitù che possa verificarsi nella nostra attività o nella filiera fornitori.

La nostra attività:

Terex è un produttore globale di macchinari di sollevamento e per la lavorazione di materiali e fornisce i relativi servizi di assistenza offrendo ai clienti per l'intero ciclo di vita del prodotto soluzioni in grado di ottimizzare la redditività dei loro investimenti. Tra i principali marchi troviamo Terex, Genie, Powerscreen e Demag. Terex offre per l'intero ciclo di vita del prodotto soluzioni per un'ampia gamma di settori industriali, tra i quali: edilizia, infrastrutture, attività di produzione, spedizioni, trasporti, raffinazione, energia, aziende di servizio pubblico e attività minerarie e di estrazione. L'ambito della nostra attività è internazionale, i nostri prodotti sono fabbricati in Nord e Sud America, Europa, Australia e Asia e venduti in tutto il mondo.

Le nostre politiche:

Abbiamo messo in atto un sistema di valori interni e numerose politiche, procedure e strumenti per garantire che la nostra attività sia condotta in modo legale, etico e trasparente. Queste sono, a titolo esemplificativo e non esaustivo:

  1. I valori The Terex Way di Integrità e Rispetto Integrità e Rispetto fanno parte dei nostri valori di riferimento The Terex Way. Non sacrifichiamo mai l'integrità per il profitto. Tutte le nostre transazioni commerciali avvengono all'insegna della trasparenza. Creiamo un ambiente sicuro e sano per i nostri membri del team e trattiamo tutte le persone con dignità e rispetto. La schiavitù è in contrasto con questi valori fondanti.
  2. Il Codice norme etiche e di condotta Terex (Codice). Il Codice, che si applica a tutti i membri del team Terex, esprime l'impegno di Terex a essere conforme a tutte le leggi, regolamenti e codici del settore applicabili in ogni paese in cui svolge la sua attività. Questo Codice proibisce specificamente l'uso di lavoro minorile e coatto. I membri del team Terex ricevono una formazione sul Codice e la mancata conformità alle norme può portare ad azioni disciplinari sino al licenziamento, secondo le leggi applicabili a livello locale.
  3. Helpline. Terex ha istituito una Helpline anonima, amministrata da un soggetto indipendente. Lo staff dell'Helpline è costituito da specialisti appositamente formati, disponibili 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. È accessibile via telefono oppure online. Qualsiasi membro del team Terex, qualsiasi fornitore o singola persona interessata può segnalare in modo riservato violazioni delle leggi o altre questioni, comprese quelle riguardanti forme di schiavitù moderna, tramite Terex Helpline sul sito www.ethicspoint.com o al numero +1-866-493-1856.
  4. Patrocinatori delle prassi aziendali Terex ha in tutto il mondo Patrocinatori delle prassi aziendali (BPA) che sono membri del team Terex con le funzioni di avvocato, riferimento e facilitatore per gli altri membri del team. I BPA operano direttamente con i dirigenti locali per individuare dove si presentano opportunità per radicare la cultura di condotta responsabile nei rapporti commerciali. Terex confida nell'esperienza dei BPA e nella loro comprensione della cultura aziendale per garantire pratiche aziendali responsabili a livello locale. I membri del team Terex possono rivolgersi ai BPA locali per qualsiasi domanda o problema riguardante la schiavitù.
  5. Le ritorsioni sono rigorosamente proibite! Terex non tollera alcuna ritorsione, come dichiarato nel Codice. La nostra rigorosa politica di proibizione delle ritorsioni dà ai membri del team la sicurezza di poter segnalare questioni riguardanti la schiavitù o altre pratiche nella nostra azienda o nella filiera fornitori senza timore di rappresaglie.

I nostri fornitori:

Nell'ambito della nostra iniziativa per individuare e attenuare i rischi noi, ove possibile, sviluppiamo rapporti durevoli con i nostri fornitori e subappaltatori e comunichiamo chiaramente quali sono le nostre aspettative di comportamento in campo commerciale.

Noi abitualmente chiediamo ai nostri fornitori, sia tramite contratto di fornitore preferito sia tramite termini e condizioni nell'ordine di acquisto, di essere conformi con tutte le leggi, regole, regolamenti, ordini e standard applicabili, inclusi quelli che proibiscono la schiavitù. Inoltre, sia il nostro contratto di fornitore preferito sia i moduli di ordine di acquisto contengono clausole contro la schiavitù che richiedono che il fornitore dichiari che né lui stesso né alcuno dei suoi subappaltatori sarà coinvolto o utilizzerà traffico di esseri umani, lavoro minorile, schiavitù, lavoro di prigionieri né altra forma di lavoro coatto o non volontario. Le verifiche e gli audit dei fornitori sono effettuati a seconda delle necessità e con preavviso, utilizzando risorse adeguate.

Terex ha tolleranza zero nei riguardi di ogni forma di schiavitù e non continuerà ad avere rapporti commerciali con alcun fornitore coinvolto in tali comportamenti.

 

La presente Dichiarazione è una Dichiarazione di Terex per l'anno finanziario concluso il 31 dicembre 2016 ed è stata approvata dal Consiglio di amministrazione di Terex Corporation il 1° marzo 2017.

stacey.babson-smith 

Firmato da: Stacey Babson-Smith
Qualifica: Vice President, Chief Ethics and Compliance Officer
Data: 23 Marzo 2017